Perdite da fusione: interpello obbligatorio e non vincolante

di Enrico Ferra

04/10/2016

In un precedente contributo è stato evidenziato come le società coinvolte in operazioni di
fusione debbano effettuare diversi test per verificare la corretta applicazione delle disposizioni
di cui al comma 7 dell’articolo 172 del Tuir per il riporto delle perdite fiscali e delle eccedenze
di interessi passivi.
L’applicazione di tale norma richiede infatti:
la verifica della sussistenza del c.d. presupposto di “vitalità” della società;
il rispetto del limite del patrimonio netto contabile.”

Scarica il file pdf dell’articolo

Continua su Euroconference News


CIRCOLARI

Scopri di più

PUBBLICAZIONI

Scopri di più