La condotta antieconomica giustifica l’accertamento induttivo

di Enrico Ferra

08/02/2014

Il comportamento antieconomico del contribuente incassa ancora una censura dalla Corte di
Cassazione, questa volta sulla congruità delle percentuali di ricarico applicate da un
imprenditore individuale nel settore della vendita di abbigliamento.
I giudici di legittimità, con la sentenza n.1839 del 29 gennaio 2014, hanno ribaltato la
decisione – piuttosto frettolosa – della Commissione Tributaria Regionale favorevole al
contribuente, che aveva ritenuto illegittimo il ricorso dell’Amministrazione Finanziaria
all’accertamento induttivo in presenza della “riscontrata regolarità della documentazione
contabile”.”

Scarica il file pdf dell’articolo

Continua su Euroconference News


CIRCOLARI

Scopri di più

PUBBLICAZIONI

Scopri di più