Chi preleva dal conto corrente non sempre evade

di Enrico Ferra

06/02/2014

Nel giro di pochissimi giorni (precisamente due) sono state offerte due diverse interpretazioni
della presunzione sui prelevamenti operante nei confronti dei contribuenti.
La prima, in riferimento al caso dell’attore Biagio Izzo, è fornita dalla Commissione Tributaria
di Roma nella sentenza n. 1353/11/14 del 29 gennaio scorso, che esclude con argomentazioni
piuttosto condivisibili l’automatismo “prelevamento non giustificato = costo in nero” e quindi
“costo in nero = ricavo in nero”.”

Scarica il file pdf dell’articolo

Continua su Euroconference News


CIRCOLARI

Scopri di più

PUBBLICAZIONI

Scopri di più